• Ambente:lavori fogne Rimini,’recuperato ritardo causa Covid’

    (ANSA) – RIMINI, 25 SET – “Già dopo la ripartenza siamo
    riusciti a recuperare buona parte dei due mesi di ritardo che
    avevamo accumulato a causa del Covid”. A dirlo è il responsabile
    costruzioni e direzione ingegneria del Gruppo Hera, Massimo
    Vienna, riguardo al progetto della nuova rete fognaria di
    Rimini, il cosiddetto Piano di salvaguardia della balneazione
    (Psbo).
        Degli 11 sotto-progetti che lo compongono “ne abbiamo già
    completati sei. Tre invece sono in fase avanzata, mentre altri
    due sono in fase di studio e se ne prevede l’accantieramento nel
    2021 e il completamento nel 2023”, aggiunge Vienna. Quando
    cesserà lo sversamento delle acque nere in mare per tutti gli
    sfioratori di Rimini? “Traguardiamo al 2023 la completa
    balneazione della costa riminese con la conclusione dei lavori
    del Psbo”, risponde il responsabile fognatura e depurazione area
    Romagna del Gruppo Hera, Pierpaolo Martinini. Attualmente dei 12
    sfioratori di Rimini ne sono stati riqualificati 6 attraverso la
    separazione delle reti fognarie: da una parte gli scarichi
    urbani, dall’altra le acque piovane. Si tratta di un progetto “unico al mondo”, aggiungono i responsabili, “tant’è che è stato
    segnalato tra gli obiettivi Onu per il 2030 (l’obiettivo n. 14 ‘vita sotto il mare’) come esempio da seguire a livello
    mondiale”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte