Calcio: in estate respinta offerta per il Manchester United


(ANSA) – LONDRA, 12 OTT – In estate il miliardario britannico
Jim Ratcliffe – che già controlla i club di Nizza e Losanna – ha
provato ad acquisire il Manchester United, ma si è sentito
rispondere di no dai proprietari americani dei Red Devils, la
famiglia Glazer. “Se il club fosse stato in vendita sì,
probabilmente avremmo rischiato, dopo quello che è successo con
il Chelsea, ma non possiamo stare seduti ad aspettare per sempre
che lo United sia disponibile”, ha spiegato Ratcliffe al
Financial Times Live.
    “Il Manchester United è di proprietà della famiglia Glazer,
che ho incontrato – ha continuato – Ho incontrato Joel e Avram e
sono persone adorabili. Dei veri gentiluomini, ma non vogliono
vendere. (Il club) appartiene ai sei figli del padre (Malcolm,
morto nel 2014, ndr) e non vogliono cederlo”.
    Ratcliffe era stato tra gli interessati al Chelsea durante la
vendita forzata iniziata dopo le sanzioni britanniche contro
diversi miliardari russi, tra cui Roman Abramovich, in seguito
all’invasione russa dell’Ucraina. Aveva fatto un’offerta, ma
molto in ritardo ed era stato il consorzio guidato
dall’imprenditore americano Todd Boehly ad avere la meglio.
    Proprietario del gruppo chimico Ineos, che possiede anche una
squadra di ciclismo, Ratcliffe sperava di sfruttare il forte
malcontento tra i tifosi contro i Glazers dopo un’altra stagione
molto deludente dello United per offrire loro una via d’uscita.
    Ratcliffe non ha però abbandonato la sua ambizione di acquisire
un club inglese. “Lo sport più popolare al mondo è il calcio ed
è lo sport a cui siamo più vicini, quindi dobbiamo avere una
risorsa…”, ha assicurato. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte