• Canoa:Adigemarathon a 17/a edizione, presentazione 1 ottobre

    (ANSA) – ROMA, 26 SET – L’Adigemarathon sta per scendere in
    acqua e le ultime novità saranno svelate la prossima settimana.
        Il comitato organizzatore dell’evento di canoa, kayak e rafting
    sul fiume Adige, giunto alla 17a edizione, presenterà programma
    e segreti della celebre gara nella conferenza stampa in
    programma giovedì 1 ottobre alle 10,30 nel Palazzo Scaligero
    della Provincia di Verona in piazza dei Signori.
        La competizione si svolgerà domenica 4 ottobre, in regime
    restrittivo di Covid19. La manifestazione sarà limitata alla
    parte agonistica nel rispetto dei protocolli di sicurezza
    statali e della Fick, la Federazione Italiana Canoa e Kayak. Da
    Borghetto d’Avio, negli auspici degli organizzatori Canoa Club
    Pescantina e Borghetto, il supporto dei Comuni di Dolcè,
    Pescantina, Bussolengo, partiranno circa 200 agonisti sulla
    lunga distanza dei 35 chilometri dalla trentina Borghetto d’Avio
    a Pescantina; dall’Isola di Dolcè fino a Pescantina (20
    chilometri) una cinquantina di giovani promesse della mezza
    maratona e circa 150 tra sup e partecipanti al campionato
    italiano assoluto rafting categoria R6. Per la parte amatoriale
    e il migliaio di partecipanti che coloravano il fiume Adige con
    la tradizionale partenza da Dolcè l’appuntamento sarà per il
    2021. “I riscontri da parte degli agonisti sono positivi” spiega
    Vladi Panato, presidente del Canoa Club Pescantina e commissario
    tecnico della nazionale azzurra di canoa fluviale “auspichiamo
    la presenza complessiva di circa 250 tra canoisti e rafting”. Il
    presidente aggiunge: “Per noi è importante organizzare
    l’Adigemarathon, anche se limitatamente, perché è diventata, di
    anno in anno, una manifestazione sentita dagli agonisti e
    apprezzata da migliaia di appassionati della canoa e del
    rafting”.
        Lo scorso anno sulla 16esima maratona ha sventolato la bandiera
    ceca dopo 35 chilometri di pura adrenalina. Allo sprint di
    Pescantina, dopo un epico duello, il K2 olimpico senior ceco
    Mojzisek/Zavrel dell’Usk Praga ha tagliato il traguardo in 2 ore
    3 minuti e 3 secondi con appena un secondo di vantaggio sul K2
    olimpico senior del Cus Milano dei campioni italiani Under 23
    Giulio Bernocchi e Stefano Angrisani. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte