• Champions: Guardiola “troppi complimenti al City, non mi piace”


    (ANSA) – ROMA, 04 OTT – “Ci sono stati dei complimenti di
    troppo in questi due giorni e non mi piace molto prima di un
    impegno importante come la Champions League”. L’allenatore
    della corazzata Manchester City, Pep Guardiola, dopo il derby
    stravinto sullo United teme cali di tensione tra i suoi e alla
    vigilia della partita col Copenaghen richiama i suoi “alla
    realtà”, ma al contempo si spertica in elogi per Erling Haaland,
    sottolineando che nessuno a 22 anni ha fatto bene come finora
    l’attaccante norvegese.
        “I numeri parlano da soli – spiega Guardiola – ma noi negli
    allenamenti, in campo, negli spogliatoi, vediamo cose che non
    sono nelle statistiche che ci fanno felici di averlo qui”. Anche
    un altro 22enne del City, Phil Foden, è molto apprezzato dallo
    spagnolo, che non vede l’ora che prolunghi il contratto. “Vista
    la sua prestazione in questi anni, ovviamente vogliamo che
    rimanga, è un giocatore eccezionale. Sia lui, sia Haaland sanno
    che possono fare meglio – conclude e spera che possano farlo”.
        Tornando all’impegno di domani, nonostante tutto, Guardiola
    sostiene che “non vinceremo perché siamo il City e loro sono il
    Copenaghen, o perché abbiamo battuto uno United che ha appena
    cambiato allenatore, ma solo se faremo bene il nostro lavoro”.
        In testa al girone a punteggio pieno, il City in caso di
    vittoria si avvicinerebbe alla qualificazione alla fase a
    gironi. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte