Covid: ‘pochi recettori in naso bimbi’

(ANSA) – BARI, 21 MAG – “I bambini esprimono poco il
recettore ACE2, quello che il SARS-CoV-2 usa per infettare le
cellule, nell’epitelio nasale. Il fatto di avere pochi recettori
per il virus in quella che è la porta di ingresso delle
infezioni respiratorie, giustifica da solo la minore
suscettibilità dei bambini all’infezione”. Lo scrive su Facebook
il professore Pierluigi Lopalco, epidemiologo a capo della task
force pugliese per l’emergenza Coronavirus, riportando una “comunicazione Jama” che potrebbe rivelare una “inferiore
contagiosità” dei bambini. “Una buona notizia”, sottolinea
l’epidemiologo, sulla quale “attendiamo ulteriori conferme”.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte