‘Cummings ha violato lockdown più volte’

    Dominic Cummings, controverso braccio destro del premier britannico Boris Johnson, avrebbe violato le misure di lockdown più di una volta. Lo rivelano l’Observer e il Sunday Mirror, dopo che venerdì altri media britannici avevano riferito di una prima violazione a fine marzo quando il consigliere – di cui Downing Street ha preso le parti – si trasferì da Londra a Durham, nel nordest dell’Inghilterra, mentre avrebbe dovuto rispettare l’auto-isolamento per i sintomi del coronavirus.

   Secondo i due domenicali, Cummings sarebbe stato visto da testimoni altre due volte nella zona, la seconda quando era già rientrato una volta a Londra: la prima il 12 aprile a Barnard Castle, a circa 40 km da Durham; la seconda il 19 aprile a Houghall Woods, sempre vicino a Durham.

   Cummings, fotografato a Londra il 14 aprile, deve ancora rispondere delle nuove accuse, riporta la Bbc, ma il Sunday Telegraph riferisce che il consigliere avrebbe detto a Downing Street che le accuse sul secondo viaggio fuori Londra sono “totalmente false”.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte