L’Ais presenta ‘Emilia Romagna da bere e da mangiare’

 Presentata nella sede cesenate di Ais (Associazione Italiana Sommelier) la 18/a edizione di ‘Emilia Romagna da bere e da mangiare 2022/23’, la più completa guida ai vini della nostra regione. Protagonista della pubblicazione, edita da PrimaPagina, 245 cantine dell’Emilia-Romagna per un migliaio di vini degustati alla cieca dalle commissioni regionali di Ais. Il responso dei sommelier evidenzia 210 vini regionali eccellenti (100 in Romagna e 110 in Emilia). La guida di 360 pagine dedica anche una speciale menzione ai vini qualità/prezzo e ai “coup de coer”, i vini che emozionano.
    Così come dedica uno speciale spazio ai Prodotti Dop e Igp regionali e un’ampia sezione all’olio di qualità. “I vini presentati quest’anno nella nostra guida hanno confermato il trend degli ultimi anni – spiega Cristiano Morini, coordinatore Ais Romagna della guida – ovvero un numero sempre maggiore di produttori che hanno affinato i loro metodi di produzione ricercando quella maggiore leggerezza, raffinatezza e bevibilità sempre più desiderata dai consumatori che di anno in anno si dimostrano sempre più competenti, appassionati e di conseguenza giustamente esigenti. la superficie vitata è pressoché invariata, ma i cambiamenti climatici in atto hanno costretto i viticoltori romagnoli a ricercare più adatti sistemi di allevamento, affinare le potature secche e verdi e alleggerire le macerazioni, allo scopo di ottenere vini più fruibili e meno opulenti. Lo sforzo, l’impegno e la ricerca hanno portato a un livello medio qualitativo significativamente superiore al passato. Queste le ragioni fondamentali del più elevato numero di eccellenze che ritroviamo quest’anno”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte