• Moto: Aprilia, due scivolate condizionano le qualifiche

    (ANSA) – ROMA, 26 SET – Anche le due sessioni di prove
    libere disputate oggi a Barcellona hanno visto i piloti
    dell’Aprilia lavorare sull’usura gomme, andando a cercare il
    miglior setup su un circuito piuttosto impegnativo sotto questo
    punto di vista.
        Così in casa Aprilia, le prestazioni di Aleix e Bradley sono
    state condizionate da due scivolate, in momenti diversi.
        Espargarò ha perso il controllo della sua RS-GP durante le FP3,
    sessione che ha comunque concluso a meno di 3 decimi dalla
    top-10 dovendo quindi passare attraverso lo scoglio della Q1. La
    caduta all’ultima curva durante le FP4 ha invece costretto Smith
    ad utilizzare la seconda moto in qualifica. Il risultato finale
    vede Aleix in quinta e Bradley in settima fila sullo
    schieramento della gara di domani.
        “Una giornata sicuramente non facile – commenta Espargarò -.
        Anche oggi ho provato il tutto per tutto pur di entrare in top
    ten, siamo competitivi ma ci manca sempre qualche decimo per
    lottare con i migliori. Il grip continua ad essere molto basso,
    se si spinge un po’ troppo si finisce col cadere come è successo
    a me. La scivolata mi ha lasciato dolorante, domani in gara
    bisognerà usare la testa. Ci sono piloti molto veloci che sono
    dietro di me in griglia, penso che la scelta migliore sia
    mantenere la calma nei primi giri e cercare di preservare, per
    quanto possibile, la gomma”.
        “Per le FP4 abbiamo cambiato il setting – dice invece Smith –
    ma non ha funzionato, sono scivolato con la prima moto e quindi
    in qualifica ho dovuto utilizzare la versione con una diversa
    specifica di motore. In gara il degrado della gomma sarà un
    fattore determinante”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte