RIMINI. Minaccia di morte l’ex compagna: arrestato dalla Polizia di Stato

Nella serata di lunedì 30 maggio la Polizia di Stato ha tratto in arresto un uomo di 46 anni per atti persecutori nei confronti della ex compagna.

In particolare l’uomo si era recato sotto l’abitazione della donna e aveva iniziato ad inveire nei confronti delle figlie presenti sul balcone. Poco dopo la donna di rientro dal supermercato, si avvedeva della presenza dell’ex compagno e avvertiva la Polizia.

Subito dopo, nonostante la presenza delle divise, l’uomo iniziava ad inveire nei confronti dell’ex compagna proferendo frasi ingiuriose e minacciose, tanto da dover essere allontanato dai poliziotti che si vedevano costretti ad accompagnarlo in Questura.

Qualche minuto dopo, la vittima si recava anche lei presso gli uffici della Questura per sporgere una formale denuncia. E’ stata in questa fase che il soggetto, incontrando nuovamente l’ex compagna, ha continuato a minacciarla di morte davanti agli agenti che, a questo punto, con l’autorizzazione del P.M. di turno, lo traevano in arresto per il reato di atti persecutori, traducendolo successivamente presso il carcere di Rimini.

Lascia un commento