SANTARCANGELO. Ci vediamo al cantiere, buon successo per il primo incontro dedicato al parco Macabucco

 

Una quarantina i residenti che hanno partecipato al sopralluogo di ieri insieme a Giunta comunale e tecnici

È stato un incontro particolarmente partecipato e seguito quello che si è svolto nel pomeriggio di ieri (martedì 14 giugno) presso il cantiere del parco Macabucco. Una quarantina, infatti, i residenti che hanno preso parte alla presentazione del progetto e alla passeggiata lungo il cantiere insieme alla sindaca Alice Parma, alla vicesindaca e assessora ai Lavori pubblici Pamela Fussi, all’assessore alla Pianificazione urbanistica Filippo Sacchetti, ai tecnici comunali, all’architetto responsabile del progetto Laila Filippi e a un rappresentate dell’impresa appaltatrice Pesaresi Giuseppe Spa.

Nell’illustrare gli interventi, gli amministratori hanno sottolineato l’importanza del parco come parte dell’anello verde di Santarcangelo, il circuito che collegherà le ciclabili lungo i due fiumi, passando per il più grande parco della città ai piedi del centro storico, il Baden Powell/Cappuccini, attraverso il tracciato della ex linea ferroviaria Santarcangelo-Urbino: un percorso che ha visto il completamento già di diversi stralci e la cui realizzazione proseguirà nei prossimi mesi anche grazie agli accordi urbanistici con i privati.

Il parco Macabucco sarà un unicum che coniuga il patrimonio storico con quello naturalistico, la funzione ricreativa per bambini e famiglie, la mobilità dolce con l’accessibilità. Un’area verde al servizio della zona – compresa la nuova lottizzazione dal lato opposto della via Santarcangiolese rispetto alla quale saranno valutati sistemi di attraversamento facilitati e protetti – che potrà diventare un luogo di riferimento anche per l’intera città e per il cicloturismo.

I tecnici comunali e l’architetto Filippi hanno poi presentato il progetto del parco, ideato proprio per rispondere alle molteplici vocazioni dell’area e coniugare l’aspetto archeologico – sulla base delle indicazioni della Soprintendenza – con quello ludico-ricreativo. A spazi e strutture che rimandano alle antiche fornaci, ben visibili dalla collinetta panoramica, si alterneranno infatti giochi inclusivi, un’arena, pergolati e arredi vari, compresi alcuni barbecue.

A conclusione dell’incontro, amministratori e tecnici hanno accompagnato i partecipanti a un vero e proprio sopralluogo sul cantiere, cogliendo l’occasione per raccontare piccoli dettagli dei lavori e rispondere a curiosità e richieste di chiarimento.

 

Dopo quello sul parco Macabucco, gli incontri “Ci vediamo al cantiere” proseguono oggi (mercoledì 15 giugno) al Bar Street Cafè per un approfondimento sulla scuola dell’infanzia di Canonica, mentre nelle prossime settimane saranno organizzate ulteriori occasioni di incontro sui cantieri nelle frazioni di San Martino, Sant’Ermete e in altre zone attualmente in corso di valutazione.

Lascia un commento