SANTARCANGELO. Fablab, sabato 11 giugno l’inaugurazione, open day e partenza dei primi corsi in presenza

Iscrizioni aperte per le due lezioni sulla realtà aumentata
Dopo l’avvio dell’attività con i corsi online degli scorsi mesi, il Fablab di Santarcangelo “SanLab” è pronto a partire con le prime iniziative in presenza: proprio per questo, sabato 11 giugno alle ore 15 è in programma un momento inaugurale alla presenza della sindaca Alice Parma e dell’assessore alle Politiche giovanili, Danilo Rinaldi.

L’occasione sarà un vero e proprio “open day” per conoscere gli spazi e gli strumenti a disposizione del Fablab presso la biblioteca Baldini, nonché i corsi in partenza tra giugno e luglio. Tre quelli già in programma, per i quali sono ancora aperte le iscrizioni: “Santarcangelo aumentata”, “Monitoraggio indoor con Arduino”, “Disegno e stampa 3D con fusione 360”.

“Santarcangelo aumentata” – che si svolgerà sabato 11 e 18 giugno dalle 15 alle 17 – offrirà ai partecipanti un’introduzione alla realtà aumentata per raccontare Santarcangelo, mescolando i paesaggi cittadini con gli artefatti tridimensionali disegnati nel Fablab con l’obiettivo di realizzare una pagina web facilmente fruibile da tutti i dispositivi mobili.

Il docente Paolo Petrangolini fornirà spunti per l’utilizzo di queste tecnologie al fine di formare un gruppo di lavoro che possa nel tempo realizzare qualcosa di utile a fini promozionali per la città di Santarcangelo. Prerequisiti per la fruizione del corso sono la conoscenza di base della modellazione 3D, dei linguaggi HTML e Javascript. Per iscriversi è possibile compilare il modulo disponibile su cutt.ly/registrazioneAR oppure registrarsi sul momento sabato 11 giugno.

“Monitoraggio indoor con Arduino”, in programma sabato 25 giugno e 2 luglio dalle 9 alle 11 (docente Maurizio Conti, iscrizioni al link cutt.ly/monIndoor) è invece un laboratorio di coding con il software Arduino per costruire una piccola stazione di monitoraggio dell’aria. “Disegno e stampa 3D con fusione 360”, che si svolgerà sabato 9 e 16 luglio dalle 9 alle 11 (docente Andrea Bovino, iscrizioni al link cutt.ly/fusion360) prevede infine un’introduzione alla stampa 3D partendo dalla modellazione – il disegno vero e proprio – con strumenti semplici, intuitivi e alla portata di tutti, come Tinkercad, per introdurre poi le basi di Fusion 360.

Realizzato anche grazie a un contributo di 18mila euro della Regione Emilia-Romagna, il Fablab rientra tra le azioni previste dal progetto “T.anti corpi: assembramenti culturali e laboratori di comunità”, promosso dall’Amministrazione comunale per incentivare la partecipazione dei giovani e co-costruire insieme a loro le politiche per le nuove generazioni.

Al pari dello Spazio giovani che troverà sede nella ex scuola del Bornaccino una volta completato l’intervento di ristrutturazione, il Fablab nasce per incrementare l’offerta diffusa di luoghi di aggregazione, in cui ragazzi e ragazze possano vivere esperienze positive e costruire relazioni significative attraverso occasioni di socializzazione e apprendimento.

Lascia un commento