SANTARCANGELO. Frequenze off-line: venerdì 29 e sabato 30 luglio giovani artisti allo Sferisterio tra musica e fotografia

 

L’iniziativa rientra nel progetto di Fo.Cu.S. L’Arca di Santarcangelo

Quando due giovani ragazze sfidano la pandemia attraverso musica e fotografia: questo è il tema del progetto “Frequenze” che per due giorni, venerdì 29 e sabato 30 luglio si sposta dallo spazio digitale a quello fisico. Sarà infatti lo Sferisterio ad ospitare otto giovani artisti emergenti e indipendenti e due postazioni laboratoriali creative per cimentarsi a coniugare musica e immagini.

Lara e Alice, una santarcangiolese e l’altra ravennate, si incontrano da studentesse all’Accademia di Belle Arti di Rimini dove si laureano nel 2020, in piena emergenza Coronavirus. Le due ragazze non si sono fatte scoraggiare dalla situazione drammatica e hanno sfidato la pandemia, inventando un format per sconfiggere il silenzio che aveva avvolto il mondo musicale, artistico e culturale. Alla ricerca di un dialogo e per dar voce a tutti quei giovani artisti che, come loro, si sono trovati di fronte a una situazione che toglieva spazio e libertà di crescita, hanno realizzato numerose interviste in modalità remota e shooting fotografici, pubblicati sul profilo Instagram “Frequenze”.

“Frequenze off-line” è proprio il risultato del lavoro che Lara e Alice hanno svolto durante pandemia e lockdown, che nell’evento di venerdì 29 e sabato 30 luglio prende forma e si concretizza grazie a “L’Arca di Santarcangelo”, il progetto di Comune di Santarcangelo e Fo.Cu.S. dedicato alle tematiche giovanili e di pari opportunità. L’iniziativa vede anche la collaborazione del percorso partecipato “T.anti Corpi” che muove le fila proprio per costruire una nuova strategia di politiche giovanili costruita insieme a ragazzi e ragazze.

A partire dalle ore 19, fino alle 23, lo Sferisterio farà da cornice alle esibizioni live di Luca Fol, Michele Fraternali, Sidstopia, SonoGiove (venerdì 29 luglio) e Cristopher – Il Falso Mito, Alex Ferro, Y0, The Ironsides (sabato 30 luglio). In contemporanea, due laboratori pratici utilizzeranno le immagini per creare nuova musica e libere associazioni con parole ed emozioni.

L’ingresso ad entrambe le serate è gratuito e non è necessaria la prenotazione.

Lascia un commento