Terza fumata nera alla Camera. Fontana in pole per la presidenza


Fumata nera nell’Aula della Camera anche nella terza votazione per l’elezione del presidente. Nessuno ha raggiunto il quorum richiesto dei 2/3 dei partecipanti al voto, per far scattare l’elezione. Servirà una nuova votazione, la quarta, domattina alle 10.30: in quel caso il quorum scende: l’elezione scatterà con a maggioranza assoluta.

Lorenzo Fontana, vicesegretario della Lega e più volte ministro, sarebbe in pole position per la presidenza della Camera. Lo apprende l’ANSA da diverse fonti parlamentari.

“Non so niente, so di Giorgetti alla Juventus e io al Verona”. Il vicesegretario della Lega Lorenzo Fontana ha risposto con una battuta a chi gli domandava dell’ipotesi di una sua elezione alla presidenza della Camera. “È ancora in divenire, la notte è lunga”, ha aggiunto poi, prima di dirigersi verso gli uffici del Gruppo della Lega alla Camera, così come vari altri deputati leghisti fra cui Riccardo Molinari, Federico Freni, Claudio Durigon e Massimo Bitonci.

Il presidente provvisorio della Camera Ettore Rosato ha aperto la prima seduta della Camera della XIX, che è dunque ufficialmente iniziata. L’Aula della Camera ha tributato una standing ovation al presidente della Repubblica Sergio Mattarella quando il presidente provvisorio lo ha ringraziato nel suo discorso introduttivo. Un applauso più tenue all’ex presidente Roberto Fico. Nuove standing ovation nell’Aula di Montecitorio quando il presidente provvisorio Ettore Rosato ha fatto gli auguri a Liliana Segre, oggi presidente provvisorio del Senato, e ha citato Papa Francesco.


Fonte originale: Leggi ora la fonte