Uccisa e fatta a pezzi, niente abbreviato per Davide Fontana


(ANSA) – BUSTO ARSIZIO, 13 OTT – Il Gup di Busto Arsizio
(Varese) ha rigettato la richiesta di rito abbreviato per Davide
Fontana, il quarantenne milanese che ha ucciso e fatto a pezzi a
Rescaldina (Milano) Carol Maltesi, 26 enne con cui aveva una
relazione, “colpevole” di aver deciso di trasferirsi in Veneto
per stare più vicino al figlio. “Sono pentito, non riesco a
guardare in faccia i genitori di Carol, ma non ho premeditato
nulla”, ha detto Fontana rilasciando in aula una dichiarazione
spontanea.
    “Oggi si parlava di norme, sarà più complicato quando si
parlerà di persone”, ha detto a fine udienza l’avvocato Stefano
Paloschi, difensore di Fontana, sostenendo che il giudice ha
rigettato la richiesta di rito abbreviato da un punto di vista “tecnico”.
    Assenti in aula i genitori della vittima, che attraverso
l’avvocato Manuela Scalia si erano opposti alla richiesta del
rito abbreviato avanzata dall’imputato. “Ho in mente solo lo
sguardo attonito della madre – ha detto il legale – quando le ho
detto cosa saremmo venuti a fare oggi”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte